MONICA

TORTE E DOLCI DECORATI

sabato 27 febbraio 2010

Cookies, biscotti all'americana.


I cookies, biscotti grandi, morbidi e friabili come li preferiscono gli americani ma io ..........
li preferisco croccanti!
Come base ho usato la ricetta del programma "Cotto e mangiato" presentato da Benedetta Parodi, questa la ricetta con le mie varianti:
250 gr di burro
200 gr di zucchero
2 uova
1 cucchiaino di lievito per dolci
250 gr di farina 00, io ne ho messo 300 gr
250 gr di gocce di cioccolato, io cioccolato fondente sminuzzato
120 gr di cornflakes tritati, io 170 gr pestati con il batticarne

Lavorare il burro morbido con lo zucchero fino ad ottenere un composto cremoso, incorporare le uova, aggiungere la farina con il lievito, il cioccolato con i cornflaks e lavorare l'impasto fino a renderlo omogeneo. Mettere l'impasto a riposare in freezer per 10-15 minuti.
Prendere l'impasto e fare delle palline non troppo grandi e mettere su una placca da forno foderata e metterla questa volta in frigo.
Accendere il forno a 180°, il mio è un forno ventilato, regolatevi secondo il vostro.
Quando il forno ha raggiunto la temperatura, solitamente dopo 15 minuti, predente le teglie dal frigo e infornate, tempo di cottura per avere dei cookies morbidi 10 minuti se come me li preferite croccanti 15 minuti.
Sfornate i ccokies e dopo freddi assagiateli sono buonissimi, uno tira l'altro, garantito.
Un'ultima cosa .......per sminuzzare la tavoletta di cioccolato fondente l'ho messa in una bustina, quelle per congelare gli alimenti, e con il batticarne davo dei colpetti per spezzetarlo. Non ho sporcato nulla e il cioccolato non si è sfarinato molto, stesso metodo per i cornflaks.

Read more...

giovedì 25 febbraio 2010

Number cake, torta 22° compleanno




Torta preparata per il compleanno di Vanessa che desiderava da tempo una torta a forma di numero. La decorazione è semplicissima, una greca che delinea il perimetro del numero. Il colore della greca era un lillà chiaro in abbinamento al vassoio ma nella foto sembra grigio, non sò perchè, o meglio sono una pessima fotografa!

Read more...

domenica 7 febbraio 2010

Ancora carnevale, zippole!



Ingredienti:
500 gr di semolato rimacinato
500 gr di farina 00
1 litro di latte tiepido
20 gr di lievito fresco
la scorza di 2 arance
un pizzico di sale
1/2 bicchierino di acquavite
1/2 bicchierino di anice
olio di semi di arachide per friggere
zucchero semolato

Nella ciotola dell' impastatrice mettere la semola rimacinata e la farina, azionare il gancio a velocità 1 e versare il lievito sciolto in poco latte. Versare il restante latte piano, solo quando l'impasto assorbe il precedente, poi le scorze e i liquori. Siccome l'impasto deve risultare un poco liquido ho aggiunto altro latte. Ho fatto impastare in tutto 30 minuti. L'impasto non deve presentare grumi, deve essere lisco e abbastanza denso.
Ho messo a lievitare l'impasto in una ciotola capiente al calduccio.
Quando l'impasto ha lievitato, presentava cioè le bolliccine ho messo a scaldare l'olio.
Per la frittura ho utilizzato questo imbuto

Per capire se l'olio era caldo al punto giusto, ho messo pochissimo impasto che è venuto subito a galla e si è colorito nel giro di un minuto, ok si può inizire la frittura!
Ho bagnato l'imbuto e versato l'impasto (che se non è denso tanto da scorrere nell'imbuto aggiungere un poco di latte incorporandolo dando dei schiafetti all'impasto) nell'olio facendo delle spirali dall'estero verso l'interno. All'inizio facevo il contrario cercavo di fare la spirale dal centro verso l'esterno poi mi si accesa la lampadina! Ho lasciato colorare, poi giravo, scolavo nella carta assorbente e passavo nello zucchero semolato.
A noi e ai nostri parenti son piaciute moltissimo, non erano impregnate di olio, erano morbide e molto gustose. Sono buone calde, fredde e anche il giorno dopo!
Grazie per la ricetta a Dandoliva.
Per contrastare il profumo di fritto nella cucina ho messo nell'olio freddo tre chiodi di garofano, uno straccio imbevuto nell'aceto vicino alla padella dell'olio, infine sopra il tavolo un pentolino con acqua calda, aceto, un limone a fette e chiodi garfano.
Tutti consigli del blog Vivere verde, bhè ha funzionato!

Read more...

sabato 6 febbraio 2010

Torta orologio



Torta orologio da tasca

Pandispagna, doppia farcitura con crema al cioccolato fondente e crema chantilly, bagna al rum, copertura e decorazioni in pasta di zucchero al miele.
Pasta di zucchero al miele
Ingredienti:
450 gr di zucchero a velo
50 gr di miele chiaro
2 gr di gelatina in fogli
30 gr di acqua
Mettere la gelatina in ammollo per 10 minuti.
Setacciare lo zucchero a velo.
Nel pentolino metto il miele, la gelatina con l'acqua rimasta dall'ammollo, mettere sul fuoco a fiamma molto bassa. Mescolare fino a quando la gelatina non si scioglie completamente, non deve bollire. Nella ciotola del clatronic mettere lo zucchero , azionare il gancio e versare tutto il contenuto del pentolino, far impastare per qualche minuto. Togliere l'impasto dalla ciotola e finire di impastare a mano. L'impasto all'inizio sarà appiccicoso, lavorarlo con le mani ed il piano infarinati di amido e/o zucchero a velo.
Per la ricetta ringrazio Fairyskull e Seredinca di Cookaround.

Read more...

mercoledì 3 febbraio 2010

Pane e filoncini

Che gratificazione riuscire a fare un buon pane in casa, l'impasto, la lievitazione, la lavorazione con le pieghe, le forme, infine la cottura e il profumo che invade la casa! Quando lo sforno è per me una gioia, è pane fatto con le mie mani, una soddisfazione comunque e il più bello diviene dono per parenti o amici.
Pane senza impasto
Ingredienti:
300 gr farina manitoba
200 gr farina 00
350 gr acqua
1 gr di lievito fresco
1 cucchiaino di sale

Sciogliere il lievito in poca acqua presa dai 350 gr.
In ciotola capiente mettere la farina e il sale, versare l'acqua con il lievito sciolto e mescolare versando pian piano anche la restante acqua. Coprire e lasciar lievitare 18 o 24 ore. Prendere l'impasto, rovesciarlo sul piano infarinato e fare le pieghe su ogni lato. Io lo piego due volte, e lo metto in un canovaccio ben spolverato con fioretto e chiudo a pacchetto. Lascio rilievitare altre due o tre ore. Trasferisco l'impasto in una pirofila in pirex, che avevo precedentemente messo in forno a scaldare, e faccio cuocere a 220° per una mezz'ora. Dopo lo tolgo dalla pirofila lo rimetto in forno per altri 10 minuti a forno acceso, poi spengo e lo lascio in forno spento per almeno un'altra mezz'ora.



Questa invece è la ricetta del pancarrè di Hellina di Cookaround, con la quale io preparo il pane per tutti i giorni di diversi formati, panini, trecce, sfilatini , chiocciole e altri.
Vi propongo la brutta copia del pane che ho visto nel blog di Patisseries et gourmandises
Ingredienti
250 gr di farina 00
250 gr di farina manitoba, io metto la 0
200 gr di acqua
50 gr di latte
50 gr di olio di semi
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiaini di sale
10 gr di lievito fresco
Faccio lavorare l'impastatrice, quindi metto le farine con lo zucchero, avvio l'impastatrice e verso il latte con il lievito sciolto, pian piano l'acqua, poi l'olio e faccio lavorare per almeno 15 minuti, poi metto il sale e faccio lavorare ancora. Metto a lievitare in una bacinella coperta con pellicola, canovaccio e copertina, fino al radoppio. Poi preparo i pani di diversi formati, faccio rilievitare e inforno. Il mio è un forno ventilato e inforno sempre due teglie contemporaneamente con temperatura 200°, per i primi 15 minuti, poi diminuisco a 180° per altri 15 minuti, fino a doratura. Sforno e lascio raffreddare in una gratella.







Read more...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

About This Blog

  © Template Lar Doce Lar por Emporium Digital Graphics Jenny's Grandchild and Irene's Corner

TOPO